Come iniziare a fare Rap

Una carrellata di consigli e risorse utili per iniziare a fare Rap. Sfrutta al massimo tutti gli strumenti a disposizione, studia, impara, migliora.

Prima che tu lo chieda: no, non è un tutorial. Anche perché, voglio dire, scrivere un tutorial su come iniziare a fare Rap sarebbe abbastanza strano. Almeno secondo me. Voglio raccogliere suggerimenti e risorse utili a chi muove i primi, primissimi passi in questo gioco che è il Rap.

Chiaro, ci sono approfondimenti che possono tornare utili a chiunque ma l’intento principale è, come sempre, essere di aiuto fornendo delle risposte. Sono passati quasi 15 anni da quando io per primo ho scoperto il Rap. Sono cambiate tantissime cose, neanche te lo immagini.

Ci sono sempre più ragazzi che si cimentano nel fare Rap, c’è tanto materiale reperibile in forma gratuita, c’è internet che offre possibilità illimitate a chi sa cercare e vuole imparare. Lo scopo di questo articolo è aiutare a capire, fare da filtro a quella immensa mole di informazioni che girano sul Web, non sempre impeccabili.

Quindi, ricapitolando, quali sono i punti chiave sui quali focalizzare la propria attenzione? Forse la domanda più corretta non è come iniziare a fare Rap, piuttosto da dove iniziare per fare Rap. Insomma, c’è tanta carne al fuoco, c’è tanto da dire. Non muoverti.

Inizia ad ascoltare

Cosa fa un neonato che non sa ancora parlare? Ascolta. Bene, sappi che vale lo stesso discorso. Armati di tempo, pazienza ma soprattutto dischi.

Ascolta di tutto, ascolta Rap di ogni genere, spazia dall’Hip Hop Classic a base di sample fino alla Trap o alla Dubstep, passando per il Grime Rap.

Come detto in precedenza oggi Internet mette a disposizione siti dove scaricare gratis dischi Rap di ogni genere.

Il primo passo fondamentale per iniziare a fare Rap è ascoltare Rap. Alcuni suggerimenti utili:

  • DatPiff, la massima autorità al mondo in materia di mixtape, non puoi non conoscerla. Scarica Rap gratis come non ci fosse un domani. Scarica e ascolta, anche in streaming
  • RapGodfathers, altro punto di riferimento per chi segue il genere oltreoceano. Decisamente più black hat, ma questa guida è a solo scopo informativo
  • ascolta Rap gratis in streaming su Spotify, la piattaforma di streaming più conosciuta, un catalogo vastissimo, gratis a tua disposizione. Segui gli artisti di riferimento del Rap italiano, tedesco, americano. Sfrutta le playlist e la funzione Radio per scoprire nuovi brani, nuovi riferimenti a partire da quelli che già hai

E giusto per non dare mai nulla per scontato: usa Spotify anche per ascoltare qualunque altro genere musicale diverso dal Rap. Non fossilizzarti.

Scarica beat

Lo step successivo penso sia quello di mettere da parte l’ascolto di pezzi fatti e finiti e limitare il tutto alle strumentali. Domanda: dove scaricare beat Rap gratis? Puoi tornare sullo stesso DatPiff citato prima, per iniziare. Meglio ancora, prova con la serie di rap instrumentals free download più famosa: How To Be A MC.

In un altro articolo tempo fa ti ho anche suggerito un piccolo trucco per scaricare beat gratis da YouTube in velocità e in MP3 di buona qualità. Puoi iniziare da lì. Con un po’ di pazienza puoi fare una ricerca più approfondita – Google è tuo amico – e trovare facilmente beat Rap in free download di qualunque tipologia. Ora si comincia davvero.

Inizia a scrivere Rap

L’ascolto è fondamentale perché ti aiuta, letteralmente, a prendere le misure. Iniziare a fare Rap significa entrare confidenza con metrica e flow. Fare Rap non è obbligatorio, andare a tempo sì. Ed è la base a dettare il tempo. Se ascolti nel modo giusto, ascolti con attenzione, allora capisci come incastrare le parole su di un loop o una strumentale. Devi essere un tutt’uno con il beat.

Metti nero su bianco tutto quello che ti passa per la testa, in qualunque momento. Armati di carta e penna, scrivi e rileggi, scrivi ancora. E avanti così. Serve tanto allenamento, serve costanza, serve pazienza.

Per approfondire: Come scrivere uno storytelling Rap

Consigli su come iniziare a fare Rap: andare a tempo

Inizia a registrare

Per mettere insieme i primi provini non è necessaria una strumentazione di prim’ordine. E non servono cento cose. Basta poco. Un PC, un software anche gratuito dove caricare la base e registrare e un microfono. Senza contare che puoi anche registrare i provini con app su smartphone, al volo.

Scarica Audacity, è una utility che trovi in free download e pesa pochissimo sulla CPU. È semplice da utilizzare ed essenziale per l’uso che ne farai.

Per quanto riguarda le registrazioni puoi affidarti ad un microfono USB. Anche in questo caso la chiave è l’immediatezza: colleghi il microfono alla porta USB ed è già configurato, pronto all’uso.

Mi permetto di suggerirti il Samson C01U. Con un budget davvero contenuto (costa circa 85€) porti a casa un buon microfono entry level utile allo scopo che ci siamo prefissati: iniziare a fare Rap, quindi registrare le prime strofe, i primi provini.

(A distanza di tanti anni l’ho riciclato come microfono per le chiamate Skype. Per quanto non sia certo un microfono di prima scelta sa il fatto suo e resiste nel tempo rispondendo più che bene)

Leggi anche: Perché Mistaman consiglia di fare freestyle per scrivere Rap

Registrare sì, pubblicare no

Stai iniziando, amico mio. Stai muovendo i primi passi in questo mondo che devi ancora scoprire, esplorare conoscere. Il loop da seguire in questo preciso momento è uno e uno solo: scrivi, registra, riascolta. Nulla di più.

Non pubblicare nulla, nel senso di non rendere pubblico nulla di ciò che fai caricando materiale su YouTube, SoundCloud o affini. Ricorda: non sei nessuno. Lavora su te stesso, a testa bassa sul foglio.

Chiedi i primi feedback ad una cerchia ristretta di amici, di persone che conosci. E allarga la cerchia in modo graduale. Evita di darti in pasto al Web. Usa Internet piuttosto per ascoltare ed entrare in contatto con altri rapper emergenti e confrontarti con loro.

Entra nel vivo del gioco

Devi diventare, come si dice in gergo, uno student of the game. Vai ai concerti, ai live, alle jam, ai contest di freestyle (anche se non senti di avere propensione per questa sfumatura della disciplina), vai ovunque si possa fare Rap dal vivo. Studia, impara dai migliori.

Prendere parte ai live ti permette di entrare in contatto con altre persone che condividono la tua stessa passione, la tua stessa voglia di Rap. È un modo per ricevere feedback, consigli, capire come migliorare prestando attenzione a chi ha già dimestichezza ed esperienza perché si sporca le mani da più tempo.

Torna a casa, ripeti il ciclo: scrivi, registra, riascolta.

Tu come hai iniziato?

Concludo lasciando uno spazio a te che magari hai già iniziato a fare Rap e ti senti di dare qualche consiglio, qualche dritta a chi vuole cimentarsi nella disciplina. Che microfono suggerisci per iniziare a registrare? Che programma?

Scrivi la tua nei commenti, aiutami a correggere e arricchire questo articolo Qualunque risorsa possa tornare utile a tutti è bene accetta. In bocca al lupo invece a te se stai per iniziare a fare Rap.

Nano sardo col vizio di scrivere. Padre di Boh Magazine, fondatore di Beat Torrent, vecchio brontolone. Lavoro come WordPress Developer e mi occupo di scrittura online. Rimo da quando si spammava su MySpace.

Boh Magazine presenta Factory