R

Risorse

5 buoni motivi per creare (subito) il tuo drum kit personalizzato

5 buoni motivi per creare (subito) il tuo drum kit personalizzato

Hai mai pensato di smetterla di utilizzare suoni di altri per le ritmiche dei tuoi beat e investire tempo per creare un drum kit personalizzato? Proprio così, un tuo set di kick, snare e altri campioni utili. Voglio darti 5 buone ragioni per crearlo subito.

Viviamo un momento in cui esce continuamente musica. Anche di qualità. Il problema è che seguono tutti lo stesso trend e si arriva allo sfinimento in tempo zero. Come ho già detto altre volte sembra che facciano tutti lo stesso pezzo, con lo stesso flow. E gli stessi beat.

E tu, caro il mio beatmaker più o meno emergente? Fai sempre lo stesso beat infarcito degli stessi suoni di batteria. Quelli che vanno di più. Anche il tuo collega fa lo stesso. Il resto è storia. Ovunque mi giro sento sempre la stessa cassa, lo stesso rullante e avanti così.

Non ti sto dicendo di buttare via tutto. Fermati un attimo. Ragiona. Serve qualcosa di nuovo. Inizia subito a creare un tuo set di suoni. I risultati sono garantiti. Io conto una manciata di ottimi motivi per creare un custom drum kit, tutto tuo. Unico.

1 Aiuta a distinguersi

[toc] Primo benefit, facile facile da immaginare: se hai un tuo kit dal quale attingere, di tuoi suoni accuratamente selezionati e lavorati, sarà facile dare un’impronta diversa al tuo lavoro. Distinguersi è fondamentale per avere successo nel Rap, che tu stia davanti al microfono o in regia. Se hai un tuo drum kit di partenza ti è più facile avere un tratto distintivo in questa fiumana di beatmaker italiani emergenti tutti uguali.

2 Migliora la qualità del tuo lavoro

I tuoi beat beneficeranno di questo investimento di tempo e risorse. In che modo? Semplice. Andando magari a scaricare drum kit free download in giro per Internet ti sei riempito le cartelle di suoni troppo sporchi, di scarsa qualità. Magari in formato troppo compresso, che bene non fa. Investi tempo per selezionare, editare, mescolare e scolpire ogni campione. Avrai un set di qualità maggiore e quindi maggiore sarà la qualità dei tuoi beat in prospettiva.

Per approfondire: Sai che differenza c’è davvero tra producer e beatmaker?

3 Risparmi tempo

Investi tempo prima per risparmiare la volta dopo. Succede anche nel caso del taglio del sample. A forza di provare e riprovare ti verrà più semplice e immediato. Studi tanto prima per poter fare le cose sempre meglio e in meno tempo. Lo stesso succede se hai un tuo drum kit personalizzato. Hai lavorato bene prima quando l’hai sviluppato? Ottimo. I suoni sono già lì, pronti. Sono salvati nella tua memoria prima ancora che nell’hard drive.

Per approfondire: Come usare il mixer digitale (tutorial in italiano)

4 Semplifica il tuo workflow

Risparmia tempo e semplifica di molto il tuo lavoro fin da subito. Hai organizzato kick, rullanti, hi hat e tutti i campioni in cartelle. Non lavori più con i vari producer drum kit che hanno tutti, con suoni che magari non conosci. Ogni suono è tuo al 100%. Sai tutto quello che c’è da sapere e viaggi spedito nella tua sessione di beatmaking. Più semplice, più veloce.

5 È più professionale (fa figo)

Devi sempre puntare al livello successivo. Soprattutto se vuoi vendere beat online credo che avere un tuo drum kit sia fondamentale, proprio per un discorso di qualità, quella qualità che ti aiuta poi a monetizzare. In ultimo, detto tra noi: fa figo poter dire in giro che ho un mio set di suoni e non uso più i sample dei vari beatmaker americani trovati in giro chissà dove su internet. Non credi? 🙂

Per approfondire: Che prezzo dare ad un beat Rap, Trap o Hip Hop?

Drum kit personalizzato: la tua esperienza

Mi sono limitato a scrivere quelli che, secondo me, sono alcuni ottimi motivi per investire tempo nel creare un drum kit originale, tutto tuo. Vero è che puoi trovare tantissime librerie sia free download che premium ad un costo contenuto e un ottimo rapporto qualità/prezzo. La soddisfazione, tuttavia, non credo sia la stessa.

Tu hai già un tuo set di batteria? Come ha migliorato il tuo workflow e la qualità dei beat che produci? Raccontami la tua esperienza nei commenti qui di seguito!

Foto di Giuseppe Tavera per Boh Magazine

Papà di Boh Magazine, fondatore dell'ei fu Beat Torrent, boomer brontolone. Lavoro come WordPress Developer, Copywriter e Sistemista. Amante della vodka e del sigaro Toscano, rimo da quando si spammava su MySpace.

Altri articoli per approfondire

Conviene sponsorizzare un brano nelle playlist Spo...
Argomenti:
A cura di Giuseppe Tavera

Conviene sponsorizzare un brano nelle playlist Spo...

Ho pagato pagine Instagram e siti di settore per inserire un mio brano nelle loro playlist. Il ritorno di investimento sarà stato all’altezza? A te...

Continua a leggere
Un’intervista per conoscere tutte le facce d...
Argomenti:
A cura di Margherita Rotelli

Un’intervista per conoscere tutte le facce d...

Sick Luke, conosciuto come uno dei padri fondatori della musica trap italiana, è anche uno dei più giovani e certificati producer d’Italia. Oggi S...

Continua a leggere
Cosa deve avere il disco di un producer per funzio...
Argomenti:
A cura di Giuseppe Tavera

Cosa deve avere il disco di un producer per funzio...

Quali sono gli aspetti fondamentali che deve avere un producer album per convincere? Ne ho individuato alcuni. Leggi e dimmi se sei d’accordo.

Continua a leggere

Contattaci per maggiori informazioni

Compila il form in ogni sua parte, specificando soprattutto l'oggetto della tua richiesta, per entrare subito in contatto con noi.

Promozione