Biografia aggiornata del rapper Giaime

Giaime

Artista: Giaime Età: 25 anni

Biografia

Giaime Mula è un rapper italiano, nato il 29 giugno 1995 a Milano.
Dopo pochi mesi dalla sua nascita, la famiglia decide di trasferirsi a Pescara, regione natia della madre, dove vivrà fino all’età di undici anni. Tornato a Milano, Giaime respira a pieni polmoni l’ascesa del rap milanese: nel 2008 esce Marracash e nel 2009 Dogocrazia segna uno spartiacque per il rap-game.

Il giovane Giaime ha appena 14 anni, quando decide di fondare insieme ad altri due compagni di classe il suo primo gruppo rap: la 5012. A Milano il rap ribolle per le strade e Giaime comincia a muoversi attorno agli ambienti iconici del capoluogo lombardo.
Tra il 2010 e il 2011, Giaime compare su YouTube con i primi pezzi in compagnia di Lazza. Il primo nome d’arte scelto dal giovane Mula è Young Caesar; probabilmente in onore al film “Get Rich or Die Tryin’”, film-debutto di 50 Cent nelle vesti di attore.
Insieme a Lazza, il ragazzo fonda il collettivo Zero2, composto da Giaime, Lazza, Mastarais, Roman e Martinez (oggi conosciuto come Tinez), a cui s’aggiunse poi il produttore Mau. I ragazzi sono spregiudicati, senza remore, ma soprattutto talentuosi e nel 2012 fanno scoppiare YouTube con Sulla linea del limite, la hit che li farà uscire dall’ombra del Muretto.

Nello stesso periodo, Giaime veste anche i panni d’attore, assecondando la sua sconfinata passione per il cinema, prendendo parte alla serie In Tour su Disney Channel. Anche sul canale principale di Disney, Giaime è accompagnato dalla musica (la serie infatti tratta la storia di due band rivali che si sfidano tra loro) e mostra un’innata dote recitativa che gli sarà utilissima nell’interpretazione dei suoi videoclip.
Nel 2013, però, escono i pezzi più riusciti del Giaime post-adolescenziale: Hai vinto (prodotta da Big Edo), Minorenni coi trampoli (prodotta da Mau) e – soprattutto – Soulitudine (feat. Faser, prodotta da Mr. Effe). Le tracce si distinguono per flow e la particolarità degli incastri di Giaime, ma anche per il gusto artistico dei video. Giaime stesso ammetterà che per girare Soulitudine ci sono volute circa 10 ore di lavoro al “trucco”.

Nel 2013 esce anche il suo primo album Blue Magic, citazione al criminale statunitense Frank Lucas, produttore di un’eroina qualitativamente migliore, ma a minor prezzo rispetto alla concorrenza sul mercato, la cosiddetta “Blue Magic”. Il progetto è ricco di featuring: troviamo infatti Gelo, Lazza, Faser, Tinez, MastaRais, Paska, Infa, Nerone, Roman, Jack The Smoker, Eddy Veerus, Fly e Pepito Rella.
Giaime sceglie una perifrasi sottile e distintiva per impattare contro un pubblico che apprezza sin da subito le 19 tracce (+1 chiamata ringraziamenti in cui omaggia tutti coloro che han creduto in lui). Nel disco spicca una hit su tutte: Alla Ricerca di Nemo, prodotta da Zef. Nella strofa di chiusura della traccia, Nerone lancerà la sua profezia: “Dottore intrattenga la gente che aspetta / intrattenga la folla prima che intervenga. / È così che deve funzionare, sai man? / Tra due anni quella folla sarà tutta lì per Giaime.” Una profezia che si rivela esatta.

Il 19 gennaio del 2014, dopo aver visto l’uscita di Lazza dalla Zero2 in favore della Blocco Recordz di Emis Killa, esce il primo e unico EP della crew: Zero2 EP, registrato tra il Voltaren Studio di Roman e gli studi dei produttori milanesi che cominciano ad affiancarsi alla crew, tra cui Biggie Paul. Lazza comunque produce la traccia di debutto, come a lasciare il proprio testamento musicale per la fatica dei colleghi.
Nel frattempo anche Mau ha lasciato la crew, come Giaime sottolineava nella canzone Boston George, e qualcosa sembra incrinarsi nei rapporti tra i suoi membri.
Esce un ultimo pezzo di crew, chiamato Ciao, che voleva rappresentare il ritorno sulla scena del collettivo, ma che formalmente e involontariamente ne segna la fine. Giaime, a quel punto, fa il salto decisivo verso il mainstream: firma con Universal e il 24 luglio 2015 lancia sul mercato Prima Scelta, il suo primo album major. Il disco, però, non sprigiona il potenziale sopito dell’artista milanese che, nonostante un featuring di spessore come quello con Tormento in Giganti, si eclissa sotto una London Rain che durerà due anni.

Il ragazzo scompare dai radar, forse vittima di un salto troppo affrettato, per ricomparire tra i rullanti di Andry The Hitmaker. Quando anche l’eco della Rift Valley sembrava essersi placato, Giaime lancia un progetto “a puntate” accattivante con il giovane beatmaker della scuderia di Don Joe. Il progetto Gimmi Andryx (crasi dei due nomi d’arte) sembra funzionare e la scelta di rappare in ogni traccia su due beat molto diversi, che switchano sul vuoto, mette in risalto la versatilità lirica e di flow di Giaime.
Come sempre, il ragazzo è un maestro della visual communication e crea per ogni pezzo un video dedicato di fortissimo impatto. Tra il 2017 e il 2018 escono 5 episodi del progetto e diversi singoli di rilancio. Giaime ha talento e Andry sembra l’allenatore perfetto che ne esalta le caratteristiche.

Nel 2019 torna a collaborare con Lazza nel singolo Fiori e compare negli album di Nashley e dello stesso Lazza, con Quanto freddo fa e No Selfie.
Il 6 settembre 2019 esce Ricercato, album di Junior Cally in cui compare per la traccia In piazza, mentre a novembre collabora per Glock con Wayne Santana e DrefGold, su base di Andry.
Nei suoi ultimi singoli del 2019 collabora con diversi artisti della scena italiana: Capo Plaza nel pezzo Mi ami o no, Lele Blade e Fred De Palma in Mai e con Vegas Jones in Ricco. Il 14 febbraio 2020 pubblica Mula, un EP di 5 tracce con ospiti Vegas Jones, Ernia, Lazza, Emis Killa e Pyrex.

Il 28 febbraio esce Nevada, disco di Ntò (ex Co’ Sang), in cui Giaime collabora a Mi conosci, mentre il 6 marzo esce GarbAge di Nitro con Gostoso in collaborazione con Giaime e Andry the Hitmaker.

Ascolta su Spotify

Video

Boh Magazine presenta Factory