Biografia aggiornata del rapper Jake La Furia

Jake La Furia

Artista: Jake La Furia Età: 41 anni

Biografia

Jake La Furia, pseudonimo di Francesco Vigorelli, è un rapper italiano, nato a Milano il 25 febbraio 1979. Deve principalmente il suo successo alla militanza nei Club Dogo, trio formato insieme a Gue Pequeno e al beatmaker Don Joe.
Si avvicina alla cultura hip hop nel 1993 attraverso la disciplina del writing. Proprio la sua tag, Fame, è il primo nome d’arte che sceglie per affacciarsi al movimento rap milanese.

Comincia la sua attività musicale intorno ai vent’anni. Nonostante le prime apparizioni lo vedano al microfono come featuring per alcuni mixtape di altri artisti, è con la fondazione del gruppo Sacre Scuole insieme a Gue e Dargen D’amico che viene ricordato l’inizio della sua carriera. Il primo album, infatti, viene pubblicato proprio nel 1999, dal titolo 3 MC’s al cubo. Successivamente, diverbi artistici e personali portano Dargen ad abbandonare il gruppo. Di conseguenza, Francesco cambia il proprio nome d’arte in Jake La Furia (tributo al personaggio Jake “the Muss” del film Once Were Warriors – Una volta erano guerrieri) e i due accolgono il nuovo producer arrivato, Don Joe.
Il 23 aprile 2003 esce Mi fist, il primo album ufficiale dei Club Dogo, comprendente 20 tracce. Definito un classico da tutti gli amanti del genere, la raccolta è passata alla storia anche per il brano Tana 2000, che vede la riappacificazione con l’ex membro.

Tre anni dopo i Dogo tornano per il loro secondo album, Penna capitale, uscito il 15 marzo 2006.
La proficua intesa dei tre continua anche per Vile denaro, dell’anno successivo. La raccolta sancisce il loro ingresso nel mainstream nazionale, raccogliendo ottimi riscontri da critica e classifiche. Non a caso è il primo disco ad uscire per una major discografica, la britannica EMI.
Da qui in avanti inizia anche l’importante lavoro di collaborazione per altri artisti. Marracash, Vincenzo da Via Anfossi, Aban, Inoki, Sgarra e Ted Bundy sono solo alcuni dei rapper che hanno condiviso la traccia con il rapper milanese nei due anni dopo. Tra questi, rientra il lavoro dell’intero collettivo Dogo Gang. Benvenuti nella giungla è il titolo dell’album, pubblicato nel 2008.
Il 2009 è l’anno di Dogocrazia, uscito nuovamente per la major, che nel frattempo è stata completamente acquisita da Universal. Insieme agli amichevoli featuring di sempre, il disco presenta una ventata internazionale data dalla collaborazione con Kool G Rap in Gunz From Italy e con gli Infamous Mobb in Infamous Gang.

Il 5 ottobre 2010 esce Che Bello essere noi, nuovo disco dei Dogo prodotto interamente da Don Joe e anticipato dal singolo Per la gente. Altre collaborazioni significative dell’anno sono state quelle con Emis Killa in Champagne e Spine e con il producer Exo nella sua posse track Fino alla fine.
Intanto, il trio hip hop più amato d’Italia ritorna nuovamente in vetta alle classifiche con Noi siamo il club, pubblicato il 5 giugno del 2012.
A settembre dell’anno successivo esce su YouTube il video di Musica Commerciale, title track del primo album solista di Jake La Furia, del 29 ottobre 2013. A fare scalpore è invece il videoclip di un altro singolo, Inno nazionale. Esso è stato reso disponibile ai fan solo tramite il sito ufficiale e non attraverso altre piattaforme, in quanto contenente immagini violente. Pertanto, è stato inizialmente segnalato.

L’ultimo progetto ufficiale dei Club Dogo è datato 9 settembre 2014, dal titolo Non siamo più quelli di Mi fist. Da qui in avanti il producer, Guè Pequeno e Jake La Furia porteranno avanti le loro carriere autonomamente, anche se il brano Status Symbol, contenuto all’interno del primo album da solista di Don Joe del 2015, Ora o mai più, aveva fatto sperare in un possibile ritorno.
Il 22 aprile 2016 esce Fuori da qui, secondo album solista del protagonista. Il progetto è stato anticipato dai singoli El Chapo, prodotto dai 2nd Roof, da Testa o croce featuring Egreen e prodotto da PK, dalla title track prodotta dai Medeline che vede la partecipazione vocale di Luca Carboni e infine da Ali e Radici, con Fabri Fibra al microfono e Don Joe & Andry The Hitmaker alle macchine. La promozione è invece stata seguita dai singoli Non so dire no e Me gusta, featuring Alessio La Profunda Melodia. Con quest’ultimo ha realizzato anche El Party, brano tipicamente estivo che ha raggiunto notevoli risultati in termini di certificazioni e visualizzazioni.
Il 23 febbario 2018 è stata la volta di MMMH, nuovo inedito prodotto questa volta da Big Fish.

Nonostante sia il membro meno attivo, l’ex Club Dogo ha comunque rilasciato strofe degne di nota, per colleghi o al servizio di altri artisti. Tra le altre ricordiamo quella in Barracuda dei Boombdabash nell’aprile 2018 (brano che vede la partecipazione anche di Fabri Fibra), quella in Amore Zen delle Vibrazioni, uscita circa un mese dopo, e il suo contributo in Più forte di me di Nerone, sempre nello stesso periodo.
Da qui in avanti Jake La Furia si scopre anche autore di canzoni e firma alcuni importanti nel biennio successivo. Tra questi, menzione speciale per Fumo bianco di Chadia Rodriguez, Fuoco e benzina di Emis Killa e Los Angeles, inedito della partecipante alla dodicesima edizione di X-Factor, Luna Melis.
La propensione verso le hit estive trova ancora spazio intanto nella sua Bandita, per poi affievolirsi sul finale del 2018 con Non sentiamoci più, entrambe prodotte ancora una volta da Fish.

Il 2019 si apre con l’annuncio della nuova label Yalla Movement, aperta proprio con Big Fish: essa si prefigge lo scopo di lanciare nuovi talenti e coltivarli. Uno dei primi progetti a raggiungere grandi risultati è l’EP Avere 20 anni di Chadia, alla quale Jake segue la stesura dei testi.
A metà marzo 2019 torna a collaborare con Marracash nel singolo di Don Joe F.A.K.E., mentre a giugno compare con Ensi nell’album di Nerone con Avengers.
Il 28 giugno esce 6 del mattino, singolo in collaborazione con Roberta Branchini del gruppo Il Pagante.
Il 6 settembre 2019 esce Ricercato, album di Junior Cally in cui compare per la traccia Habla, insieme a Samurai Jay.
Sul finire dell’anno collabora con Night Skinny a 0 Like, contenuta in Mattoni, e con Neima Ezza a Ferite.

L’inizio del 2020 invece vede Jake impegnato a Redneck con J-Ax, all’interno del suo album ReAle e ad Antiproiettile con Ntò, in Nevada, prodotta da G Ferrari.
Parallelamente alla musica, porta avanti il suo radio-show Jake Hit Up!, in onda il weekend su Radio 105. Qui suona per un paio d’ore il meglio della musica attuale.

Il 30 aprile è ospite nell’EP Scusate di Dani Faiv nella traccia Polvere e Detriti .

Il 10 giugno pubblica Soldi dall’Inferno il suo primo singolo del 2020 su produzione di Big Fish.

Ascolta su Spotify

Video

Boh Magazine presenta Factory