DJ Slait, tha Supreme, Young Miles, Low Kidd - Bloody Vinyl 3 cover album

Bloody Vinyl 3

Grazie per aver votato!

Vediamo se conferma o ribalta il risultato.

Artista: DJ Slait, tha Supreme, Young Miles, Low Kidd

Album: Bloody Vinyl 3

Data di pubblicazione: 02-10-2020

BV3 è il terzo capitolo di Bloody Vinyl, saga di mixtape di Slait: dj, producer, direttore artistico e co-founder del colletivo Machete. Per questo BV3 il progetto lo vede insieme ad altri tre giovani, talentuosi beatmaker quali tha Supreme, Young Miles e Low Kidd. Contiene l’inaspettata collaborazione tra Salmo e Taxi B: Machete Satellite.

Acquista su Amazon

Tracklist

  1. Machete Satellite – Slait, Young Miles ft. Salmo, Taxi B, Greg Willen
  2. X 1 Mex – Slait, tha Supreme, Young Miles ft. Dani Faiv
  3. Weekend – Slait, Young Miles ft. Lazza, Madame, Massimo Pericolo
  4. Telephone – Slait, tha Supreme, Low Kidd, Young Miles ft. Capo Plaza, Sick Luke
  5. Bloody Bars – Studiomob – Slait, Young Miles ft. Lazza
  6. Altalene – Slait, tha Supreme ft. Mara Sattei, Coez
  7. Alaska – Slait, tha Supreme, Young Miles ft. Davido, Hell Raton, Shiva
  8. Bloody Bars – Locked – Slait, Young Miles ft. Jack The Smoker, Sir Prodige, Dani Faiv
  9. Baby – Slait, tha Supreme, Young Miles ft. Rosa Chemical
  10. OMG – Slait, Low Kidd ft. Vale Pain, Hell Raton, Gué Pequeno
  11. Greve – Slait, tha Supreme, Young Miles ft. MadMan
  12. Spacetrip – Slait, Young Miles ft. Drast
  13. 5G – Slait, Young Miles, Low Kidd ft. Nitro, Fabri Fibra, Jake La Furia
  14. SBSM – Slait, tha Supreme, Young Miles
  15. Bloody Bars – Drilluminazione – Slait, Young Miles, tha Supreme, Low Kidd ft. Charlie KDM, Hell Raton, Lazza

Ascolta su Spotify

Recensione

Slait e Bloody Vinyl 3: buon sangue non mente!

Ecco il nuovo Bloody Vinyl 3. Per questo nuovo capitolo della saga Slait chiama in regia tha Supreme, Low Kidd e Young Miles. Seniorty da una parte, slancio giovanile dall’altra.

Il progetto condensa ben 20 e più artisti in una quindicina di tracce e spazia dall’elettronica al pop fino alla drill, con episodi di puro rap (Bloody Bars) ma anche intermezzi più morbidi e quasi radiofonici, come nel caso del duetto tra Mara Sattei e Coez o la traccia con Drast.

È un’unica grande wave che orchestra molto bene giovani e nomi nuovi come Sir Progige o Vale Pain ai nomi della vecchia guardia – tutti complessivamente in forma – come Fabri Fibra, Guè e Jake La Furia fino ai punti fermi Machete, dal già citato Salmo a Nitro, passando per Hell Raton, Dani Faiv e Jack The Smoker.

A colpire di più e come nonostante ci sia tanta diversità nell’economia complessiva del disco, ogni elemento dell’orchestra di Slait garantisca coesione al progetto. Il rischio mappazzone c’era.

Filo conduttore del BV3 si conferma essere il lucido azzardo, marchio di fabbrica Machete.

Oggi, ancora una volta, siamo davanti ad un lavoro che offre modernità, novità, freschezza e quell’immancabile quid che – puntuale – ti spiazza sempre (leggesi Machete Satellite) ma alla fine dei giochi c’hanno sempre ragione loro.

Bravo Slait, buon sangue non mente!

Foto di Giuseppe Tavera per Boh Magazine

Papà di Boh Magazine, fondatore dell'ei fu Beat Torrent, boomer brontolone. Lavoro come WordPress Developer, Copywriter e Sistemista. Amante della vodka e del sigaro Toscano, rimo da quando si spammava su MySpace.

Tieni d'occhio questi album

Contattaci per avere maggiori informazioni

Compila il form per un contatto rapido con la redazione. Assicurati di aver già letto e visionato la sezione FAQ con risposte veloci alle domande più frequenti. Per ulteriori chiarimenti e informazioni, siamo qui.